Approfondimenti
10/06/2019

Assegnato il Premio di Dottorato Pasquale Pisani in memoria dell’omonimo dottorando IIT

By: Camilla Dalla Bona

La vincitrice è la ricercatrice Rita Petracca

«Ricevere il primo premio di dottorato Pasquale Pisani è fonte di felicità e senso di orgoglio che fatico a spiegare», queste le parole pronunciate dalla ricercatrice Rita Petracca vincitrice del Premio di Dottorato Pasquale Pisani premiata oggi in IIT in presenza del Direttore Scientifico Roberto Cingolani.

L’iniziativa, alla sua prima edizione, è promossa dall’Associazione “Pasquale Pisani”, ONLUS fondata da amici, e parenti di Pasquale Pisani, ricercatore originario di Andria, mancato nel marzo 2016, che dal 2011 al 2013 ha svolto il dottorato di ricerca presso l’Istituto Italiano di Tcnologia di Genova nella linea di ricerca Drug Discovery.

Il concorso, rivolto ai giovani ricercatori che hanno discusso la tesi di dottorato in ambito Drug discovery presso la Fondazione IIT negli anni 2016 – 2018, è nato a scopo commemorativo con la volontà di contribuire concretamente alla realizzazione di progetti di ricerca attraverso una borsa in denaro del valore di duemila euro.

Le proposte sono state giudicate da una commissione esaminatrice istituita presso l’Istituto Italiano di Tecnologia avvalendosi del giudizio di 3 senior scientist di IIT: Angelo Reggiani, coordinatore della linea di ricerca “D3 Validation”, Tiziano Bandiera, coordinatore della linea di ricerca “D3 Pharmachemistry” e Marco De Vivo, coordinatore della linea di ricerca “Molecular Modeling and Drug Discovery”.

«Ringrazio l’Associazione “Pasquale Pisani” ONLUS per questa possibilità e la commissione esaminatrice per aver creduto nel mio lavoro di ricerca – ha dichiarato Rita Petracca – ritengo che occasioni come questa facciano parte di quelle opportunità “concrete” di cui oggi i giovani ricercatori hanno bisogno per continuare ad investire gli sforzi necessari a condurre una ricerca scientifica che abbia il sapore della qualità».

Davanti a una platea visivamente commossa, il ricordo di Pasquale Pisani si è riacceso tra i corridoi dell’Istituto e nelle stanze – oggi nuovi laboratori – dove il ricercatore lavorava e condivideva la pausa pranzo con i colleghi. Qui, nei suoi anni più felici, in cui ha espresso al meglio le sue competenze, rimane l’eco della sua curiosità e del suo impegno. «La cosa più importante che lascia una persona che se ne va è l’impronta – ha detto Luigi Brandonisio presidente dell’Associazione Pasquale Pisani Onlus – ricordando tutto quello che ci ha lasciato, abbiamo scelto come motto dell’associazione un verso del cinque maggio di Manzoni “Più vasta orma stampar”; Pasquale ha lasciato un’orma più grande del suo normalissimo passaggio sulla terra e in piccolo, anche noi, vorremmo lasciare qualcosa d’importante».

Dopo aver consegnato la targa commemorativa e l’assegno di ricerca, il presidente si è rivolto al pubblico: «Ci congratuliamo con la dott.ssa Petracca e siamo orgogliosi di poterle consegnare un premio a cui teniamo molto. Pasquale sarebbe orgoglioso di lei. È una piccola goccia, un piccolo sostegno alla ricerca, che per noi ha un valore enorme. Ringraziamo tutti i dottori di ricerca che hanno partecipato al bando, con l’augurio di proseguire brillantemente il proprio percorso accademico e di ricerca. Crediamo in voi come non mai».

Rita Petracca ha svolto il dottorato in IIT dal 2013 al 2015 presso l’unità di ricerca Drug discovery & Development occupandosi di ricerca nel campo della scoperta e sviluppo di nuovi farmaci antiinfiammatori, ha poi lavorato come collaboratrice in IIT per l’anno 2016. Oggi lavora a Dublino presso il Dipartimento di Chimica del Trinity College dove si occupa dello sviluppo e ottimizzazione di nuove metodologie chimiche per la sintesi di farmaci più sicuri e tollerabili per l’organismo


L’Associazione “Pasquale Pisani” Onlus, iscritta nel registro delle Onlus della Regione Puglia, nasce nel 2017 con lo scopo di ricordare Pasquale Pisani, dottore di ricerca nel campo del Drug Discovery presso l’Istituto Italiano di Tecnologia, prematuramente scomparso nel marzo 2016. L’obiettivo primario è quello di istituire una borsa di studio, intitolata a Pasquale Pisani, da erogare in favore di studenti, dottori di ricerca e ricercatori, che operino nel settore afferente al suo campo di studi. L’Associazione ha lo scopo di operare e prodigarsi nei settori della beneficenza, dell’istruzione e della formazione, dell’assistenza socio sanitaria e sociale. Inoltre, l’Associazione “Pasquale Pisani” Onlus, partendo dalla storia personale del Dott. Pisani, svolge la propria attività primaria nella raccolta fondi da destinare alle associazioni e alle strutture che si occupano e tutelano i pazienti sottoposti a trapianto cardiaco e le loro famiglie.

www.associazionepasqualepisani.org