Approfondimenti
19/08/2019

Vertical Vision: Antonino Casile

By: Matteo Ponzano

Un nuovo approccio alla comprensione dei movimenti oculari

Vertical Vision di oggi ci porta a Ferrara per conoscere il lavoro di Antonino Casile, researcher del dipartimento Multiscale Brain Communication

Anche quando guardiamo un punto fissa nella scena visiva, sulla nostra retina l’immagine non risulta ferma o statica.
I nostri occhi sono sempre in moto.
Fino ad oggi si pensava che quei “movimenti” dell’immagine fossero rumore (o un disturbo) che poi obbligassero il nostro cervello in fase di elaborazione dell’immagine a dover rimuovere.

Questo nuovo approccio scientifico che vi presentiamo oggi, ci spiega come la presenza di questi micro-movimenti non sia un problema da risolvere per il cervello umano, ma di come quest’ultimo sfrutti questi stessi movimenti in maniera attiva per estrarre informazioni dalla scena visiva.

More informations about Multiscale Brain Communications:
https://www.iit.it/research/lines/multiscale-brain-communication