Europa
06/12/2018

L’Europa in IIT. Le testimonianze dei protagonisti

By: Claudio Rossetti

Visita del Presidente dell’European Research Council Jean-Pierre Bourguignon e del Senatore Mario Monti all’Istituto Italiano di Tecnologia

L’Europa investe in giovani ricercatori sostenendoli con i finanziamenti del Consiglio Europeo della Ricerca e IIT grazie alle opportunità scientifiche che offre, può vantare 27 progetti ERC, confermandosi uno dei maggiori poli d’attrazione di cervelli in Italia. Il lavoro condotto nell’Istituto Italiano di Tecnologia ha ottenuto oggi un rilevante riconoscimento con la visita del Presidente dell’ERC, Jean Pierre Bourguignon, che ha voluto complimentarsi personalmente con i ricercatori di IIT sottolineando che “l’Istituto oltre a rendere l’interdisciplinarietà e il trasferimento tecnologico una realtà, ha una prospettiva veramente globale ospitando ricercatori provenienti da una vasta gamma di Paesi”.

Il Senatore Mario Monti presiede il comitato che dovrà designare il nuovo Presidente dell’ERC. Nel suo appassionato intervento dedicato al valore dell’impegno dell’Europa nella Ricerca ha accomunato il successo dell’ERC e del Presidente Buorguignon al successo di IIT grazie all’impegno di tanti ricercatori e di Roberto Cingolani che guida l’Istituto da dieci anni. “Cingolani”, ha ricordato il senatore Monti, “l’ho conosciuto non perché il suo nome era comparso su qualche magazine  scientifico  o per la presenza a programmi televisivi ma perché l’allora Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano aveva incontrato in Puglia un valente fisico che aveva fondato e dirigeva Il laboratorio di Nanotecnologie di Lecce. In IIT, Roberto”, ha continuato il Senatore, “con la sua leaderschip ha lavorato duramente e costantemente per l’affermazione di un modello italiano per la ricerca.”

Giorgio Metta, iCub, Mario Monti
Il Vice Direttore Scientifico IIT Giorgio Metta illustra le potenzialità del robot umanoide iCub al Senatore Mario Monti

Il Presidente di IIT, Gabriele Galateri di Genola, a margine dell’incontro, ha rimarcato quanto il Presidente Buorguignon ha reso noto nella sua relazione: “Tra i Paesi europei l’Italia presenta un basso indice d’investimenti in ricerca, dobbiamo fare in modo che la nostra posizione, in un ambito tanto importante per lo sviluppo, migliori sensibilmente. ERC sta conducendo un’azione importante a favore del rafforzamento del sistema europeo della ricerca, questo sforzo va sostenuto anche dalle istituzioni locali”

Roberto Cingolani, direttore scientifico dell’IIT, ha sintetizzato in esclusiva per IITOPENTALK il senso della giornata. “L’entusiasmo dei giovani ricercatori che hanno partecipato all’incontro ha dato il segno, perfino commovente, del valore e della percezione del nostro impegno. Il Presidente Bourguignon, il Senatore Monti, il capo della rappresentanza della Commissione in Italia Gaudina hanno espresso giudizi entusiasmanti sui nostri colleghi. Non credo di eccedere se uso il termine spettacolare per cercare di rendere la sintesi della giornata e anche trasferire l’insieme di considerazioni, sensazioni, emozioni che racchiudo in un sentimento di grande soddisfazione. Voglio ricordare un passaggio nell’intervento del Presidente Bourguignon che qualifica il nostro successo: “Qui (in IIT ndr) viene data ai ricercatori la libertà scientifica di cui hanno bisogno per crescere e realizzarsi”.

Ringrazio tutti i nostri illustri ospiti per la considerazione, la stima e l’affetto che ci hanno dimostrato oggi e ringrazio tutti i nostri ricercatori e i collaboratori dell’IIT con i quali da domani continueremo il nostro duro cammino.”