Altro
20/03/2020

We are IIT!

Giorgio Metta

(ENG – ITA)

A letter of the Scientific Director Giorgio Metta to the “big IIT family”

Dear IIT friends,

We are all aware of the very peculiar historical moment we’re going through. Imagine one day in the future your children (or grandchildren, if you’re not so young anymore) asking: “Mom, how could you communicate during the coronavirus quarantine without 8G-teleoperated robots and Hyper Virtual Reality?”. The present lockdown is clearly stressful. Many of us have families far away and cannot travel to see them. Being constrained and socially isolated at homes, for so many days, certainly takes a psychological toll. We are also worried about the accumulating backlog and the experiments “abandoned” in the lab. It is tough.

In spite of this, I would like to encourage everyone to be optimistic. We are taking a stand, we are not letting the virus stop our vision for a better world through science, we are IIT!

Yes, we have to work in isolation from home, but we know how to do it. We communicate through all possible means, we organize meetings (and, at times, virtual aperitifs), and we keep thinking of new solutions to scientific problems. We can study, learn, prepare new projects. As soon as we are back, we’ll be smarter and stronger. Be responsible and safe in the meantime. Follow all precautions.

In the future, it will also be important to convince our policy makers that science and technology are key to a quick recovery. Research is the solution to humanity’s problems.

I would like to support our “big IIT family” by all possible means. Don’t hesitate to contact me with questions, requests, suggestions. I can’t guarantee a quick reply but rest assured that I will read all messages.

Stay safe!

Giorgio

________________________________________________________________________________

(ITA VERS.)

La lettera del Direttore Scientifico Giorgio Metta allo staff IIT

Cari amici di IIT,

Siamo tutti coscienti del momento storico molto particolare che stiamo vivendo. Immaginate però un giorno, nel futuro, quando i vostri figli (o nipoti, se non siete così giovani) chiederanno: “Come comunicavate durante la quarantena del coronavirus senza i robot teleoperati con 8G e la iper realtà virtuale?”. La situazione di lockdown è chiaramente uno stress. Molti di noi hanno la famiglia lontana e non possono viaggiare per vedere i nostri cari. Rimanere socialmente isolati a casa, per così tanti giorni, ha certamente un costo psicologico elevato. Siamo anche preoccupati dell’accumularsi del lavoro e dei nostri esperimenti “abbandonati” nei laboratori. È difficile. Nonostante questo, vorrei incoraggiare ciascuno di voi a essere ottimista. Stiamo tenendo alta la bandiera, non sarà il virus ad annebbiare la nostra visione di un mondo migliore attraverso la scienza, noi siamo IIT!

Certo, dobbiamo lavorare isolati da casa, ma sappiamo come farlo. Comunichiamo con qualsiasi mezzo e strumento, organizziamo meeting (e a volte anche aperitivi virtuali), e continuiamo a pensare alle soluzioni dei problemi scientifici.

Possiamo studiare, imparare e scrivere nuovi progetti.

Quando saremo di nuovo al lavoro, saremo più bravi e più forti. Nel frattempo, siate responsabili e al sicuro. Seguite tutte le precauzioni possibili. Nel prossimo futuro, sarà importante convincere la nostra politica che la scienza e la tecnologia sono la chiave di volta di una ripresa veloce. La ricerca è la soluzione dei problemi dell’umanità.

Vorrei supportare in questo momento la “grande famiglia dell’IIT” con tutti i mezzi possibili. Non esitate a contattarmi con domande, richieste, suggerimenti. Non garantisco una risposta rapida ai messaggi ma garantisco la lettura di tutti : )

Un abbraccio!

Giorgio Metta, Direttore Scientifico di IIT