LifeTech
27/06/2016

Una pelle artificiale per il test di nuovi cosmetici e farmaci

By: Redazione IIT

I ricercatori del centro CABHC-IIT di Napoli Pubblicato su Biomaterials lo studio sul primo modello di pelle umana ricreate in laboratorio. Servirà per testare nuovi prodotti cosmetici e farmacologici

I ricercatori del centro Center for Advanced Biomaterials for Healthcare di Napoli (CABHC-IIT) in collaborazione con l’Università degli studi Napoli Federico II (DICMAPI, CRIB), hanno ingegnerizzato  il primo modello di pelle umana in laboratorio, capace di replicare la struttura, le proprietà e le funzioni della sua controparte nativa.

Questo tessuto innovativo rappresenta un modello avanzato  per la ricerca di base, ed un piattaforma fedele (alternativa alla sperimentazione animale) per il saggio e lo sviluppo di nuovi composti cosmetici e farmaceutici.

Grazie a questo studio si potranno sostituire alcune tipologie di test, al momento eseguiti su modelli animali, e renderli più efficienti ed economici. Inoltre la pelle artificiale sviluppata dal centro IIT di Napoli è anche oggetto di un progetto di start-up, Smart Tissue che proporrà soluzioni hi-tech e a basso costo che consentano di accedere ad informazioni attualmente accessibili solo mediante costose sperimentazione in vivo.

Il lavoro, pubblicato sulla rivista scientifica internazionale Biomaterials, è disponibile come video presentazione in questa pagina. Il team di ricerca che ha contdotto lo studio è composto da Paolo Netti, Costantino Casale, Giorgia Imparato, Francesco Urciuolo.

Per approfondimenti:

Endogenous human skin equivalent promotes in vitro morphogenesis of follicle-like structures